SALVATI TRE GALGOS DENUTRITI IN UN APPARTAMENTO DI MADRID

SALVATI TRE GALGOS DENUTRITI IN UN APPARTAMENTO DI MADRID

Trovati 3 galgos , 20 volatili e un criceto senza cibo e in condizioni pietose in un appartamento a Madrid.
Gli agenti sono stati avvertiti da parecchi passanti che hanno trovato un cane morente che si trova a terra. L’animale, di Razza Pitbull, è morto poco dopo essere precipitato da una terrazza senza barriere, appartenente al quarto piano. Gli agenti hanno dovuto contattare Vigili del fuoco del Municipio per accedere al domicilio poiche secondo i vicini c’erano più animali in situazione di pericolo, incustoditi e in condizioni terribili.
All’interno hanno trovato tre cani di razza galgo, che rischiavano anche essi di cadere nel vuoto e in condizioni igienico-sanitarie deplorevole. In una delle camere erano anche situate una ventina di uccelli e un criceto, nelle stesse condizioni. I vicini hanno riferito di non aver visto il proprietario per diversi giorni.
Gli animali sono stati immediatamente trasferiti dal servizio veterinario municipale di emergenza (SEVEMUR) al centro di protezione degli animali (c.p.a). L’unità speciale di ambiente della polizia municipale di Madrid si occupa dell’indagine per chiarire i fatti, il proprietario al momento si trova in luogo sconosciuto. La mancanza di responsabilità da parte dei proprietari può essere considerata come un reato di abuso sugli animali, con pene fino a 18 mesi di reclusione.
Fonte: Polizia Municipale Madrid 17 luglio

SALVATI TRE GALGOS DENUTRITI

SALVATI TRE GALGOS DENUTRITI IN UN APPARTAMENTO DI MADRIDTrovati 3 galgos , 20 volatili e un criceto senza cibo e in condizioni pietose in un appartamento a Madrid.Gli agenti sono stati avvertiti da parecchi passanti che hanno trovato un cane morente che si trova a terra. L'animale, di Razza Pitbull, è morto poco dopo essere precipitato da una terrazza senza barriere, appartenente al quarto piano. Gli agenti hanno dovuto contattare Vigili del fuoco del Municipio per accedere al domicilio poiche secondo i vicini c'erano più animali in situazione di pericolo, incustoditi e in condizioni terribili.All'interno hanno trovato tre cani di razza galgo, che rischiavano anche essi di cadere nel vuoto e in condizioni igienico-sanitarie deplorevole. In una delle camere erano anche situate una ventina di uccelli e un criceto, nelle stesse condizioni. I vicini hanno riferito di non aver visto il proprietario per diversi giorni.Gli animali sono stati immediatamente trasferiti dal servizio veterinario municipale di emergenza (SEVEMUR) al centro di protezione degli animali (c.p.a). L'unità speciale di ambiente della polizia municipale di Madrid si occupa dell'indagine per chiarire i fatti, il proprietario al momento si trova in luogo sconosciuto. La mancanza di responsabilità da parte dei proprietari può essere considerata come un reato di abuso sugli animali, con pene fino a 18 mesi di reclusione.Fonte: Polizia Municipale Madrid 17 luglio

Posted by Settore Levrieri ATA Onlus on Tuesday, July 18, 2017

UNA SQUADRA DI POMPIERI SALVA UN GALGO IN PROCINTO DI ANNEGARE.

UNA SQUADRA DI POMPIERI SALVA UN GALGO IN PROCINTO DI ANNEGARE.

UNA SQUADRA DI POMPIERI SALVA UN GALGO IN PROCINTO DI ANNEGARE.
L’unità di immersione del servizio di prevenzione, estinzione e soccorso (SPEIS) della città di Alicante ha salvato un galgo che era rimasto intrappolato per tre ore tra le canne dopo essere caduto da una piattaforma situata in prossimità di un dirupo nei pressi della strada statale Las Parras, in Villafranqueza.

I vigili del fuoco sono stati divisi in due squadre: due delle unità di immersione hanno iniziato le attività di salvataggio del levriero dall’acqua per salvarlo, poiche’ intrappolato tra le canne non era in grado di uscire con i propri mezzi, e l’altro gruppo, con quattro agenti, sulle rive per garantirne il salvataggio.

LA POLIZIA TWITTA IL RITROVAMENTO DI UN GALGO

LA POLIZIA TWITTA IL RITROVAMENTO DI UN GALGO

LA POLIZIA TWITTA IL RITROVAMENTO DI UN GALGO
dopo averlo recuperato in un bario di Jerez, con un messaggio in versi sul motivetto di una popolare canzoncina per bambini.Leggono il messaggio dei ragazzini che stavano giocando in un cortile con altri galgos. Avvisano il proprietario che non si è recato a riprenderlo. Ora è ospitato pesso un canile protetto di una locale associazione di protezione spagnola

 

GALGOS E USTIONI POLPASTRELLI

GALGOS E USTIONI POLPASTRELLI

ATTENZIONE ALLE USTIONI DA CONTATTO ASFALTO.
Noi qui in Andalucia stiamo come ogni anno sperimentando gli effetti devastanti del calore su uomini e animali. Ieri ad Antequera si e’ rilevata la temperatura piu alta di Spagna in questi giorni : 49 gradi centigradi. Ci aspettiamo il picco di 53°.
Non sottovalutate la temperatura al suolo che per effetto dell’ accumulo di calore produce sui polpastrelli dei cani scottature di secondo grado. Se il vostro cane nelle uscite dimostra reticenza non pensate che sia solo effetto della spossatezza dovuta alle alte temperature ambientali. Testate con la vostra mano il suolo, le nostre scarpe isolano la pianta del nostro piede e non possiamo renderci conto di quanto il terreno e sopratutto le superfici scure come l’ asfalto, o a lento rilascio termico come i selciati , il cemento o i sanpietrini , possano raggiungere temperature incompatibili con l’ i tessuti dell’ epidermide. Camminate sempre in zone di ombra, evitate le ore piu calde, state attenti ai disagi manifestati dal vostro cane e portate sempre con voi una bottiglia di acqua per un rapido raffreddamento.
Ricordate, a nessuno piace camminare sui carboni ardenti ed e’ molto rischioso.

CANI E CANICOLA

CANI E CANICOLA

CANI E CANICOLA
Nulla e’ piu chiaro e comprensibile di un grafico. Assistiamo a temperature mai raggiunte prima a varie latitudini. Ricordate, per il benessere del vostro animale che a livello del suolo quando la temperatura dell’ ambiente esterno e di 30 gradi ad un altezza di 150 cm, a terra per l’ accumulo di calore raggiunge i 60 gradi ° . Attenzione l’ ora piu’ calda a detta dei metereologi e’ le 17.00 .

STEFANINO , JAMIRA E GEA

Tre dei 10 fra galgos e podencos in lista di soppressione che abbiamo riscattato tre giorni fa. È struggente e commovente vedere come si sostengono vicendevolmente oggi ancora ignari del loro futuro . Cominciano però a capire che le cose sono cambiate , le sbarre e il puzzo della perrera dissolte . Adottate i cani di Spagna , sarete la chiave di volta di tutto questo lavoro cominciato ora, al fine di garantire loro serenita e condizioni sanitarie eccellenti in attesa di una famiglia che li ami per sempre.

 

AIRE PODENCA

A VOLTE VINCIAMO A VOLTE PERDIAMO MA SEMPRE CREDIAMO
AIRE e’ la podenca recuperato a dicembre a lato di una strada fuori Sevilla nel paesino di Utrera . Era stata investita e giaceva immobile accanto ad un guardrail , gli furono riscontrate una fessurazioni al bacino e una frattura all’ anteriore sx. L’ impatto violento le aveva cagionato un paralisi al treno posteriore e l’ impossibilita’ di controllare vescica e sfintere.
Operata, accudita e seguita con costanza e’ ora in fine in fase di totale recupero anche per cio’ che riguarda la temporanea paralisi che ad ogni e’ risolta al 99% e certamente troverà infine il suo totale recupero a breve.
Vi consegnamo con grande soddisfazioni queste immagini , certi che con noi gioirete del lavoro fatto e del successo conseguito.

 

TOLEDO SGOMINATA BANDA LADRI DI GALGOS

23 feb (EFE) .- Agenti della squadra di Roca Cáceres della Guardia Civil hanno demolito un’organizzazione criminale dedita al furto di galgos, alcuni dei quali erano stati rubati a Toledo.

Hanno arrestato tre uomini, 25, 27 e 33 anni residenti di Caceres, addebitando loro il reato di furto con scasso e associazione a delinquere , nonché il furto di 19 levrieri, secondo quanto riferito oggi sede della capitale cacereña con comunicato stampa della Guardia Civil.

L’indagine rimane aperta, si sospetta possono avere ramificazioni a livello nazionale, in quanto si è scoperto che alcuni dei cani rubati sono provenienti da diverse città spagnole come Murcia, Leon e Toledo.

Questo conferma, secondo la Guardia Civil, “che il mercato organizzato era a livello nazionale”.
Uno degli animali localizzati, proveniva da Murcia e era campione provinciale di morfologia 2016,con “grande valore economico.”

La Guardia Civil ha ricevuto diverse denunce di furto di cani da caccia in occasione dell’apertura della stagione venatoria , furti finalizzati alla vendita sul mercato nero, così ha deciso di aprire un’inchiesta nel quadro dell’operazione denominata “Ñarras”.

La pattuglia in. collaborazione con la Corte di giustizia numero cinque di Caceres, procedeva lo scorso 8 febbraio a fare due controlli in due lotti situati nei comuni di Casar de Cáceres e la Sierra de Fuentes ( Caceres).

Durante la ricerca condotta nella ambito del comune di Sierra de Fuentes, sono stati trovati e sequestrati 13 galgos , un rimorchio privo di targa un fucile ad aria compressa e numerosi strumenti legati al settore agricolo e zootecnico, verosimilmente rubati non essendone stata dimostrata la provenienza leggittima da parte dei sospettati.

Nella ispezione nel territorio di Casar de Caceres, sono stati sequestrati sei galgos,, una motosega e un martello-slapper, tutto presumibilmente rubato.

Tenuto conto di questa evidenza, la Guardia Civil ha proceduto all’arresto di tre persone, i residenti di Caceres, come presunti autori di tre capi di furto con scasso nelle cose, due accuse di furto e di un reato di appartenenza a un’organizzazione criminale.

Anche se ulteriori arresti non sono esclusi, la Guardia Civil ritiene di aver smantellato un’organizzazione criminale crede nella provincia di Caceres, il cui scopo principale era il mercato illecito per cani da caccia.

Tutti i cani sequestrati sono stati depositati nel canile Caceres, in attesa di essere consegnati ai loro proprietari.

I tre detenuti sono stati portati davanti al Tribunale di Istruzione 5 di Caceres e sono stati tutti rilasciati dietro cauzione.

 

 

 

GALGOTERAPIA

Due galgos stanno cambiando in meglio la vita dei pazienti dell’ Hospitalario Benito Menni de Elizondo ( NAVARRA )
Il programma e’ ormai in atto da sei anni con grandi risultati su pazienti ricoverati per disalbilità o squilibiri mentali.

AGENTI DEL SEPRONA TROVANO TRE GALGOS MORTI A EL SAUCILLO ( SEVILLA )

La Guardia Civil sta indagando sul ritrovamento di alcuni galgos trovati morti inseriti in sacchi di plastica, che sono stati scoperti ieri pomeriggio nel letto del Saladillo, un affluente del fiume Guadaíranei pressi della cittadina di Arahal.

I cani sono tutti e tre galgos , non e’ chiaro se sono morti per annegamento o erano già deceduti prima di essere lasciati nei pressi del letto del fiume.

Nessuno dei tre era dotato di microchip di identificazione, né riportavano segni esterni di violenza evidenti, mentre questa mattina è stato localizzato nello stesso luogo il cranio di un animale che corrisponderebbe con un altro cane morto nella stessa zona.

I primi dati suggeriscono che i cani sono morti una decina di giorni fa, a giudicare dallo stato di decomposizione.

Fonte: ABC de Sevilla – Arahal informacion

Operazione delle Guardia Civil a Moron de la Frontera ( SEVILLA )

5 galgos ritrovati in grave stato di denutrizione.

Agenti del Servizio protezione della natura (SEPRONA) della Guardia Civil di Moron de la Frontera (Sevilla) hanno recuperato cinque levrieri in condizioni critiche di malnutrizione e di abbandono in un appezzamento agricolo alla periferia della città, indagando due persone con l’accusa di reato di maltrattamento di animali e di abbandono.
Come riportato dalla polizia , in un comunicato stampa, cio e’ accaduto dopo che un’indagine è stata avviata dalla Guardia Civil in seguito ad una denuncia.
La pattuglia del Seprona di Moron de la Frontera in seguito ad un sopralluogo presso un rustico apparentemente abbandonato ha trovato sei galgos in evidente stato di malnutrizione, deperimento e la malattia.
Durante l’ispezione, gli agenti hanno notato che tre degli animali erano nel vialetto della proprieta’ e gli altri tre erano al suo interno, intenti a mangiare il corpo mezzo sepolto di un altro levriero.
La Guardia Civil e riuscita a recuperare cinque levrieri, uno dei quali, avendo microchip e’stato restituito al legittimo proprietario poi denunciato , mentre quattro sono stati portati ai sensi della legge 11/2003 in canile a disposizione delle autorità comunali. Il sesto levriero non è stato trovato, forse perché allontanato da presunti autori dei fatti.
Dopo aver fatto indagini e’ stato possibile risalire all’ identità dei possibili autori del maltrattamento dei cani e’ messo in atto il relativo procedimento giudiziario

APOLOGIA DEL GALGO NEGRO

OHHH mamma mia el Diablo !
EL SÍNDROME DEL PERRO NEGRO (la sindrome del cane nero)
I cani neri incutono timore da sempre e credenze a loro legate sono nate in diversi posti del mondo. La leggenda narra di un cane enorme dal pelo irsuto e nero, con occhi fiammeggianti, ritenuto un messaggero dell’Oltretomba la cui visione era associata alla sicura morte del malcapitato che lo incontrava. Il mito del cane nero sopravvive in America Centrale: alcune popolazioni credono che sia lui ad accompagnare i morti nell’aldilà, altre che sia la reincarnazione di spiriti maligni. Il cane nero, insomma, non ha mai goduto di molte simpatie e tuttora questo colore finisce per incutere un certo timore nella gente, anche in quella amante dei cani.
Lo dimostra anche il fatto che i cani neri sono sempre gli ultimi a lasciare i loro box.I Galgos non sono esenti da essere oggetto questa sindrome anzi ! Al di là del loro carattere o dell’espressione dei loro occhi, molte persone li temono. Questa paura, del tutto infondata, è una vera e propria sindrome che prende il nome di “SÍNDROME DEL PERRO NEGRO o Black dog syndrome”, ossia sindrome del cane nero. E allora abbattiamo le credenze infondate. Adottattiamoli !

LA GUARDIA CIVIL RECUPERA 5 GALGOS

LA GUARDIA CIVIL RECUPERA 5 GALGOS IN CONDIZIONI CRITICHE IN UN PODERE DI MORON (SEVILLA )
Agenti del Servizio protezione della natura (SEPRONA) della Guardia Civil di Moron de la Frontera (Sevilla) hanno recuperato cinque levrieri in condizioni critiche di malnutrizione e di abbandono in un appezzamento agricolo alla periferia della città, indagando due persone con l’accusa di reato di maltrattamento di animali e di abbandono.

Come riportato dalla polizia , in un comunicato stampa, cio e’ accaduto dopo che un’indagine è stata avviata dalla Guardia Civil in seguito ad una denuncia.

La pattuglia del Seprona di Moron de la Frontera in seguito ad un sopralluogo presso un rustico apparentemente abbandonato ha trovato sei galgos in evidente stato di malnutrizione, deperimento e la malattia.

Durante l’ispezione, gli agenti hanno notato che tre degli animali erano nel vialetto della proprieta’ e gli altri tre erano al suo interno, intenti a mangiare il corpo mezzo sepolto di un altro levriero.

La Guardia Civil e riuscita a recuperare cinque levrieri, uno dei quali, avendo microchip e’stato restituito al legittimo proprietario poi denunciato , mentre quattro sono stati portati ai sensi della legge 11/2003 in canile a disposizione delle autorità comunali. Il sesto levriero non è stato trovato, forse perché allontanato da presunti autori dei fatti.

Dopo aver fatto indagini e’ stato possibile risalire all’ identità dei possibili autori del maltrattamento dei cani e’ messo in atto il relativo procedimento giudiziario.

RIAPPAIONO DUE DEI TRE GALGOS RUBATI

da un bunker di Alameda de la Sagra
I dipendenti di una clinica veterinaria li hanno visti legati ad un segnale stradale . Damara, la campionessa del sottogruppo 2 di Castilla-La Mancha qualificatasi per per la fase finale del campionato di Spagna, risulta ancora scomparsaDue dei tre galgos che sono stati rubati lo scorso dicembre a Alameda de la Sagra, sono apparsi legati ad un segnale stradale di fronte alla clinica Veterinaria nel quartiere di Carabanchel Alto Madrid. Gli impiegati della clinica hanno provveduto a verificare il microchip degli animali e hanno rapidamente contattato il proprietario , Eduardo Alonso. Chi è ancora manca è Damara, la galga di 30 mesi campione del sottogruppo 2 di Castilla-La Mancha classificata per le finali del Campionato di Spagna, il 14 gennaio.

Il furto degli animali si è verificato nelle prime ore del 28 dicembre. Alonso lo ha scoperto la mattina quando recatosi a prelevare i cani per l allenamento, i ladri avevano fatto saltare la porta al bunker dove ernano detenuti per essere protetti dai furti. Dei sette levrieri, solo furono sottratti i migliori e più giovani, dice il loro proprietario, che presento denuncia. Gli agenti continuano con le indagini per trovare il luogo in cui la campionessa regionale verosimilemente e’ custodita.
Nella foto Damara de San Roque tuttora irrintracciabile – ABC

MANIFESTAZIONE CONTRO LA CACCIA

OGGI A SEVILLA
si terrà la manifestazione contro la caccia e noi saremo presenti con i nostri galgos salvati e la nostra bandiera GALGO LIBRE ! Tutti insieme per il rispetto della vita.

“DIA DEL GALGO”

OGGI IN TUTTO IL MONDO E’ IL “DIA DEL GALGO”
E’ semplice capire il perche’, e’ il primo giorno successivo alla fine della stagione di caccia. Da settimane migliaia di galgos vengono abbandonati e arrancano vaganti , altri uccisi dai loro stessi padroni con modalita’ cruente, altri sono entrati nelle perreras dove vengono di giorno in giorno sacrificati. Non servono piu’.
Quelli che per nostra fortuna incontriamo sul nostro cammino , li accudiamo e curiamo con dovizia al fine di ridare loro la dignita’ perduta e tradita. Molti portano ferite o malattie , ma non abbiamo trascurato nessuno e ci siamo impegnati ancor di piu con quelli il cui recupero implicava tanto lavoro, rischi, sacrifico e impegno .
Sono belli, si, diventano tutti belli, anche quelli segnati da orrende cicatrici o che hanno potuto superare malattie che abbiamo sfidato con la volonta’ di vederli in un casa con una famiglia . Ognuno di loro, di quelli che ce la fanno, e’ il simbolo di ciò che l’ uomo non dovrebbe mai fare, nè verso gli animali nè verso i suoi simili.
Sono un scuola di amore e di carità ; non fermatevi vi preghiamo, davanti a scontate ragioni estetiche, ma rammentate quale e’ la loro stroria, che cosa hanno dovuto patire.
Noi proviamo per loro un grande rispetto.
Sono cosi leggeri che sembra si debbano spezzare ,ma duri come un incudine , nessun cane saprebbe sopportare i colpi , le violenze, le umiliazioni , infinite angherie e nonostante cio’ quelli che sopravvivono sono gli animali piu dolci, mansueti, eclettici, adattabili e ancora disponibili a concedere fiducia, che ognuno di noi abbia mai conosciuto.
Sono I galgos.

TURISTI TEDESCHI DENUNCIANO IL MALTRATTAMENTO DI 12 PODENCOS.

TURISTI TEDESCHI DENUNCIANO IL MALTRATTAMENTO DI 12 PODENCOS. IL SEPRONA INTERVIENE E NON TROVA PIU’ NESSUNO.
Turisti tedeschi hanno trovato i cani in condizioni critiche mentre passeggiavano tra Palo Blanco e Las Llanadas.

“Era un terribile inferno, incredibile”, lamenta uno dei vicini che sono accorsi nella la zona dopo l’annuncio dei turisti tedeschi. Quasi tutti i cani erano in gabbie e legati, circondati dai loro stessi escrementi e ciotole piene di sporcizia come unico alimento . Tre avevano anche i tumori, mentre 12 sono in stato cachettico con le ossa a vsta. Il luogo : una costruzione di ferro e pali i nascosti fra i cespugli a 50 metri dalla strada .

Un nuovo caso di presunto maltrattamento degli animali e’ stato rielvato sull’isola di Tenerife, questa volta a Los Realejos. Un gruppo di turisti tedeschi che passeggiavano tra Palo Blanco e Las Llanadas la scorsa settimana ha trovato una dozzina di cani in una situazione così critica e ha avvertito conoscenti locali. Secondo le fonti, la maggior parte di loro non avevano acqua, erano sanguinanti scheletrici e circondati da ossa, bacini e mandibole verosimilemte di altri cani . E’ stata sports denunci denuncia a un tribunale di polizia e anche allertato il Servizio di protezione della natura (SEPRONA) della Guardia Civil, che ora sta indagando sull’ origine di questi cadaveri dopo aver raggiunto il posto e verificato che tutti gli animali vivi erano scomparsi.
fonte: La Opinion de Tenerife

Ndr. : I podencos sono cani sfruttati parimenti ai galgos, E’ un animale timido e dolce, elegante e affettuoso, estremamente fedele e per questo sfruttato dai cacciatori.
In Spagna i Podencos sono addestrati a catturare conigli selvatici e selvaggina .

 

LA GUARDIA CIVIL CONFISCA QUATTRO GALGOS

LA GUARDIA CIVIL CONFISCA QUATTRO GALGOS DI PROPRIETÀ AFFAMATI
Moron de la Frontera
La scorsa settimana ,la Guardia Civil è intervenuta per allontanare quattro galgos denutriti e in evidente stato di abbandono . I cani erano in una fattoria nella zona di Marguilla, tra le città di Morón e Marchena, e dopo l’ intervento degli agenti sono stati trasferiti al Refugio Canino San Anton.
Lo stesso rifugio per animali aveva comunicando alla Guardia Civil che era a conoscenza dello stato precario degli animali. Inoltre, un volontario di San Anton ha presentato una denuncia privata al proprietario il quale può essere soggetto a sanzioni e pene come confermato dalla stessa Guardia Civil; il procedimento del caso è aperto e i risultati ancora sconosciuti.

VIOLENZE E ABUSI SU GALGOS

ALTRO CASO TERRIBILE DI ABUSO . BASTA!
Caceres, trovati morti due levrieri dopo essere stato maltrattato.
Capodanno almeno dodici galgos in fuga per i petardi sono stati persi. Uno di loro era in un sacco in cui hanno tentato di bruciarlo vivo.
Due giovani trovano morti due levrieri femmina in un fosso con segni evidenti di abuso. Sono stati trovati sulla strada di Torrejón el Rubio, all’altezza del campo Romano. Il corpo di uno di essi giace in un sacco, nel quale hanno tentato di bruciarlo vivo. La sua pelle e il pelo erano bruciati . I ragazzi che li hanno ritrovati hanno chiamato il Rifugio San Jorge per avvertirli di quanto era successo .
Sono intervenuti sul sito anche gli agenti della polizia locale e nazionale, che ora indagano sull’ accaduto . E ‘ successo lo scorso 30 dicembre. “Non possiamo descrivere il dolore che proviamo quando li vediamo, non siamo in grado di capire come queste cose continuino a succedere, rimane molto da combattere e dovrebbe essere una lotta di tutti. Ogni caso di abuso deve essere riferito, non possiamo permettere che si continui ad uccidere animali innocenti “, ha detto il Refugio San Jorge nel loro profilo di social network Facebook.
fonte: El Periodico

 

PROSEGUONO I FURTI FRA GALGUEROS

PROSEGUONO I FURTI FRA GALGUEROS
Damara de San Roque, la galga che ha vinto il ” campeonato de Castilla La Mancha ” pronta per essere presentata alle finali che si terranno dal 13 al 28 gennaio , è stata rubata. Come di solito accade, era custodita in un bunker insieme a due altri giovani galgos , dove i ladri si sono introdotti beffando i sistemi di protezione.
Correrà certamente nelle corse clandestine e sara utilizzata come fattrice . La galga è di fatto non sfruttabile diversamente in quanto il suo Dna è depositato nella banca dati libro de Orígenes de la Federación de Galgos, ragione per cui ne lei ne i suoi discendenti potranno essere impiegati in carreras ufficiali. Facile pensare che avrà un esistenza terribile e che prima o poi se ne disferanno nel peggiore dei modi.

GETTA 3 GALGOS NEL POZZO PERCHE’ NON GLI SERVONO.

OSUNA ( SEVILLA ) 7 DICEMBRE
La Guardia Civil sta indagando su un nuovo caso di maltrattamento di animali, che mette in discussione l’uso da parte di alcuni cacciatori di levrieri utilizzati nelle competizioni.

I latrati provenienti da un pozzo asciutto di circa sette metri di profondità hanno allertato un altro cacciatore del luogo che ha chiamato i Vigili de Fuoco i quali sono riusciti ad estrarre i poveri animali con funi e imbragature.

Gli animali sono stati consegnati al Seprona di Osuna che ha avviato le indagini sul proprietario.

I cani sono stati identificati. Due dei galgos hanno microchip e il terzo aveva una cicatrice sul lato sinistro del collo, che potrebbe indicare che gli e’ stato estirpato, ma ha un tatuaggio sul suo orecchio sinistro. Si tratta di un marchio comune nei cani federati per le competizioni.

Il proprietario e’ stato pertanto rintracciato, si tratta di un individuo che ha molti precedenti e che attualmente è indagato per un reato di maltrattamento di animali.

Quando i galgos non sono più competitivi molti cacciatori, invece di trasformarli in animali da compagnia o assegnarli in adozione, li abbandonano o uccidono commettendo un crimine contemplato nel codice penale.

E’ UFFICIALE, L’ ARGENTINA PROIBISCE LE CARRERAS DE GALGOS.

Sino a 4 anni di carcere per chi realizza , promuove o organizza corse di cani
La notizia e’ esaltante , temiamo tuttavia che sul campo della vittoria le vittime saranno proprio loro i galgos. Lo scorso anno assistemmo ad atti intimidatori da parte dei galgueros locali che sparsero in diverse localita’ brandelli di galgos , con una netta e precisa minaccia “se saranno proibite le corse questa sara’ la fine di questi cani”.
Ora non stentiamo a crederci , per via delle alte tensioni verificatasi nella giornata di ieri in occasione del varo della legge:
Congreso de Argentina, 132 voti a favore e 17 contrari.
Gioiamo per la proibizione , temiamo per la sorte di tutti i galgos in vita, che allo stato di fatto non servono ora piu a nulla a gente abietta come i galgueros.

schermata-2016-11-18-alle-20-26-28

Leggi l’ articolo originale.

1000 kg DI CIBO DONATI A PREDERA

Mai perdere di vista i cani che sono quaggiù. Eventi, Ritrovi, attività di recupero, fondi sono mezzo mezzi che ci permettono di essere concreti ed efficaci sia nella della cura onerosa dei cani sia sulle loro necessità di sostentamento in attesa di adozione. Ci giunge un grazie dal rifugio di Pedrera al quale abbiamo fatto pervenire i vostri primi 1000 kg di cibo donato che con quelli di Natale ammontano a 2500 altri 1000 kg ne seguiranno a breve. Ma un grazie va innanzittutto a VOI che siete parte integrante di ciò che da teoria si trasforma in reatlà.

1000 kg donati


 

 

Come scegliere le crochette

Come scegliere le crochette

Parlando di crocchette, prima di prendere in considerazione le varie marche, è sempre bene ricordare che in ogni caso si tratta di cibo processato, che è stato cotto, macinato, lavorato. Anche se gli ingredienti di partenza fossero eccellenti, dopo tutto il processo di lavorazione, non sono paragonabili a quelli freschi. E’ inevitabile che il valore nutritivo degli ingredienti venga perso durante la lavorazione, ed è per questo che nel cibo industriale vengono sempre aggiunti vitamine e minerali alla fine, per rimpiazzare quello che si è perso.

(altro…)